3.12.2019 Il documentario Ràixe al Babel Film Festival


01/12/2019

Il nostro documentario Ràixe – In viaggio con i tabarchini sarà presentato come evento speciale al Babel Film Festival, il festival che racconta le minoranze linguistiche di tutto il mondo. […]

Il nostro documentario Ràixe – In viaggio con i tabarchini sarà presentato come evento speciale al Babel Film Festival, il festival che racconta le minoranze linguistiche di tutto il mondo. Appuntamento martedi 3 dicembre alle 19,20 presso Sa Manifattura a Cagliari in Viale Regina Margherita, 33.
Il documentario Ràixe è stato realizzato da Ginko film per Ràixe – Spazi digitali per la cultura Tabarchina,  un museo multimediale dove la storia e le tradizioni della cultura tabarchina vengono raccontate attraverso testimonianze della comunità raccolte in video interviste, materiale d’archivio e foto di famiglia, che sono fruibili attraverso tavoli interattivi, tablet e qrcode disseminati lungo il percorso museale.

Il documentario Ràixe racconta le varie tappe della storia della popolazione tabarchina attraverso il Mediterraneo: da Pegli a Tabarca fino a Carloforte, Calasetta e Nueva Tabarca, una storia iniziata cinquecento anni fa e che ancora oggi in forme mutate prosegue. Attraverso il racconto orale dei tabarchini di oggi, immagini d’archivio, una voce narrante, animazioni lo spettatore verrà condotto in un viaggio alla scoperta della storia di un popolo che può essere considerato emblema di commistioni culturali, migrazioni, connessione con altre popolazioni mediterranee e allo stesso tempo tenace nel conservare le proprie radici e la propria cultura.

Un frame del documentario Ràixe

Un frame del documentario Ràixe

Animazioni di Michela Anedda per Ràixe

“Il progetto del Babel Film Festival muove dall’intenzione che non è solo quella di rendere conto di un cinema che negli anni ha sempre di più raccontato storie periferiche, in cui l’uso della lingua della periferia ha connotazioni narrative imprescindibili e determinanti per la riuscita artistica dell’opera. Il progetto nasce anche dall’intenzione di restituire una comunanza di intenti tra le diverse aree linguistiche, di mostrarne la ricchezza e le potenzialità culturali e di contribuire alla testimonianza di una vivacità linguistica che arricchisce l’autore di cinema, influisce sulla sua creatività e ha conseguenze figurative centrali nella definizione della sua opera.” Clicca qui per il programma completo del Babel Film Festival.